KRG ITALIA - RAPPRESENTANZA IN ITALIA
GOVERNO REGIONALE DEL KURDISTAN - IRAQ

Sulaymaniyha

Sulaymaniyah (Curdo: سلێمانی, Silêmanî; arabo : السليمانية, come-Sulaymaniyyah), chiamato anche Sulaimani o Slemani, è una città del Kurdistan iracheno . Sulaymaniyah è circondata dalla catena montuosa Azmer, Goyija Range e Range Qaiwan nel nord-est, i monti Baranan a sud e le colline Tasluja ad ovest. La città ha un clima semi-arido con estati assai calde e secche e inverni umidi e freddi. Sulaymaniyah era la storica capitale curda del principato di Baban 1784-1850.

La moderna città di Sulaymaniyah è stata fondata il 14 novembre 1784 dal principe curdo Ibrahim Pasha Baban che le diede il nome di suo padre Sulaiman Pasha. Poichè è stata fondata come capitale di un potente principato curdo, Sulaymaniyah si sviluppata in una grande città con una popolazione di oltre 1.500.000 persone. Rappresenta un importante centro economico per il nord Iraq ed è stata nominata il centro culturale per curdi che parlano sorani ininterrottamente dal 1992.

Dalla sua fondazione Sulaymaniyah è sempre stata un centro di grandi poeti, scrittori, storici, politici, studiosi e cantanti, come Nali , Mahwi , Piramerd , Muhammed Emin Zeki Bey , Taufiq Wahby , Sherko Bekas , Nuri Sheikh Salih Sheikh Ghani Barzinji , Bachtyar Ali , Mahmud Barzani , Mawlawi , Mawlana Khalid e Mustafa Pasha Zihni.

 

Storia

Il Governatorato di Sulaymaniyah era conosciuto come Zamwa prima della fondazione della città moderna nel 1784. La capitale del principato curdo Baban (1649-1850), prima di Sulaymaniyah era un territorio denominato "Qelaçiwalan".

Nel 1783, Ibrahim Pasha di Baban divenne sovrano dell'Emirato e ha iniziato la costruzione di una nuova città che sarebbe diventata la capitale dell'Emirato baban. Nel 1784 fu terminata la costruzione di una serie di palazzi per il commercio chiamati Qeyserîs e bazar, e furono invitati gli abitanti dei villaggi e degli emirati circostanti a spostarsi nella nuova città in costruzione. Ben presto Melkendî, destinato ad essere la città stessa, è diventato invece uno dei suoi quartieri e lo è ancora oggi.

Mahmud Barzani era stato l'auto dichiarato Re del Regno del Kurdistan dal 1922 ak 1924.

Sulaymaniyah fin dalla sua fondazione stata il centro dei nazionalismi curdi, e fu da qui che Mahmud Barzani ha scatenato la prima ribellione contro l'occupazione britannica, il 22 maggio 1919 arrestando funzionari britannici a Sulaymaniyah. Ha tentato di dichiarare indipendente il Regno del Kurdistan il 10 ottobre 1921 con la dichiarazione di Sulaymaniyah, allora capitale del Kurdistan, per fondare il Regno del Kurdistan . Lo Sceicco Mahmud Barzani, sostenuto dagli inglesi, si è dichiarato re del Kurdistan .

L'occupazione britannica ha avallato la scelta di far diventare Re lo sceicco Mahmud al fine di convincere gli abitanti di Sulaymaniyah a fermare la loro ribellione, ma lo sceicco Mahmud ha governato in modo indipendente dagli inglesi.

Di conseguenza, nello stesso anno fu esiliato per diversi anni alle isole Andamane in India, per poi tornare successivamente e sollevare con successo un'altra ribellione nel 1923.

Nel mese di gennaio del 1926 la Società delle Nazioni ha dato all'Iraq la giurisdizione sul territorio, con la previsione di dirtitti speciali per i Curdi. Nel 1930-1931 è fallito l'ultimo tentativo di ribellione dello sceicco Mahmud Barzani che si è ritirato in montagna ed in seguito ha firmato un accordo di pace con il governo iracheno.

Il primo ed il più antico quartiere della città si chiama "Goizha" (curdo: Goyija), così chiamato dalla montagna che domina la città. Sabûnkaran è stato uno dei primi quartieri della città; il suo nome significa "coloro che fanno il sapone" ; infatti i suoi abitanti erano principalmente coinvolti nella lavorazione del sapone. Cûlekan, il quartiere ebraico, era principalmente abitato da ebrei curdi. Nel 1950, dopo la costituzione dello Stato di Israele , la maggior parte dei suoi abitanti migrarono nello stato appena creato.

Il 23 aprile 1982, durante la guerra Iran-Iraq , una dimostrazione è scoppiata in città contro gli arresti e le torture di giovani della città, che sono stati accusati di pianificare una rivolta contro la sentenza regime arabo Baath.

Dopo la Guerra del Golfo, una serie di rivolte ascoppiarono in tutto l'Iraq contro il governo baathista, tra cui la rivolta del 1991 a Sulaymaniyah , guidata dai partiti separatisti curdi KDP e PUK.

Dal momento della sua liberazione (1991), Sulaymaniyah è stata amministrata dal governo Regionale del Kurdistan (KRG) e funge da principale metropoli del nord dell'Iraq.

KRG

KRG

KRG

GOVENO REGIONALE DEL KURDISTAN

RAPPRESENTANZA IN ITALIA

KRG ITALIA

CopyRight©Krgitalia